16 dicembre 2010

Una sciarpa rossa

Da un paio di mesi frequento un corso di taglio e cucito tutti i giovedì pomeriggio. Nel corso stiamo facendo una gonna, la classica gonna da segretaria, un po' anni 50. Vintage. La mia è gialla. Per il mio compleanno K mi ha regalato una macchina da cucire : )

Cucire era un'attività riservata a mia madre, delle cose che fanno solo le madri e che tu non fai -finchè diventi madre anche tu hehehe...

Devo dire che non sono bravissima, la mia macchina nuova di zecca è rimasta senza essere toccata durante una settimana intera. Io gli giravo intorno come fanno i gatti con gli oggetti sconosciuti. Ovviamente, spero di diventare una "cucitrice" bravissima -dire che divento SARTA sono parole troppo grosse- con la pratica.
Da molto tempo ero alla ricerca di un gilet per Emma, ci servirebbe per quando siamo a casa, la nostra casa è un po' fredda. Di tutti i gilet che ho visto nessuno mi sembrava quello fatto per noi, allora ho deciso che potevo farlo io, con l'aiuto della mia nuova macchina da cucire. Prima di tagliare il gilet* dalla pancia di una vecchia felpa di K, ho scucito una delle maniche e ho fatto questa sciarpa:



Mi sono stupita di quanto è stato facile farla e della soddisfazione che ho provato quando l'ho finita e, ancora di più, quando Emma l'ha indossata.Dire che Emma ha apprezzato la sciarpa che gli ha cucito la mamma è troppo. È piccola e non ama le sciarpe, non ama le cose che gli stanno attorno il collo.
Non ho seguito nessun modello per farla, si potrebbe dire che questa sciarpa è frutto della mia fantasia e che, a volte, la stoffa à ancora più duttile della carta. La sciarpa l'ho fatta così:



  • K ha ceduto una felpa che non usava più. In un blog di cucito avevo letto che per i primi progetti è meglio reciclare stoffa che comprarla. Nelle lezioni di taglio e cucito dalla sarta ho imparato che selezionare il tessuto, prepararlo per il taglio, tagliarlo e tutto il resto non è così semplice come bere un bicchiere d'acqua. È necessario educare tutti i sensi e ci vogliono anni per acquisire la sensibilità. 
  • La sciarpa l'ho tagliata da una manica della felpa. Per un bimbo piccolo non dev'essere tropo lunga, anche se per questa sciarpa ho ricavato circa 2 strisce di 50 cm. circa.
  • Ho scucito la manica della felpa e l'ho lasciata pulita di cuciture e fili.
  • Ho tagliato 2 strisce di 16x50 cm. circa.
  • Ho passato a macchina le 2 strisce unendole dal lato corto. 
  • Dopo ho cucito i bordi con zig-zag, senza piegarli perchè la stoffa della felpa è molto spessa e facendo l'orlo veniva una cosa molto brutta.
  • Poi, sempre con la macchina, ho passato 2 cuciture con punto continuo piegando la stoffa, ogni cucitura a 5 cm. dai bordi della sciarpa. 

  • Poi, per finire, con molta cura, ho tagliato il tessuto che avanzava dai bordi della sciarpa.
*Con il gilet ci sto lavorando da un po' di giorni, quando l'avrò finito, faccio un post : )
Buon divertimento facendo la sciarpa, è veramente molto facile è il risultato molto soddisfacente. 

    Nessun commento:

    Posta un commento

    LinkWithin

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...